venerdì 22 ottobre 2010

Tutti con Saviano.

Credo che tutti siano al corrente del comportamento tenuto dai dirigenti RAI riguardo la nuova trasmissione che Roberto Saviano era in procinto di realizzare. Bene, non spetta a me esprimere giudizi riguardanti il compenso relativo ai partecipanti (conduttore, tecnici, ospiti). Né tantomeno voglio fare l'investigatore e addentrarmi nella privacy delle persone. Sta di fatto che l'anomalia italiana non poteva fare eccezione per la televisione, anzi. In un palinsesto fatto soprattutto di fesserie (ho usato un eufemismo per non ferire - poverini - i diretti interessati) - fatte salve tre-quattro trasmissioni - come poteva trovar posto un programma che aveva tutta l'aria di poter far camminare lor signori sui carboni ardenti? Lungi da me intessere una sterile polemica, l'unica cosa che mi sento di dire è questa, semplice, breve e forse anche ingenua, ma la dico con tutto il cuore: TUTTI CON SAVIANO!