martedì 12 luglio 2011

Dècadi

Ho bisogno di una fottuta ora. Potrei spingermi fino al mare, vedere cosa c'è al di là di quell'acqua buia che accarezza lembi di terra; o urlare che voglio la stessa cosa, da anni; urlare che non ci tocchiamo, che sembra normale. Distanza siderale. E' bello bagnarsi i piedi quando il freddo morde ancora e congestiona il senso delle cose. E potrei perdermi se solo volessi. Un'ora soltanto. Un'ora ancora nei tuoi occhi. In questo silenzio solo mio.

venerdì 8 luglio 2011

Cutrubbu

Ecco la famiglia
degli insorti per un alloggio popolare
che non nega il pane all'affamato
l'acqua all'assetato
e parla cu lu cutrubbu
che a urlare troppo non si cava nulla
nemmeno il ragno dal buco
o la mosca dalla tavola.