martedì 10 luglio 2012

Differenze


C’è una profonda differenza tra le due frasi: 1) “Gli oggetti che ci circondano” e 2) “Gli oggetti di cui ci circondiamo”.  Ad un primo, superficiale, approccio, si potrebbe avere l’impressione che i significati che sottendono le due frasi siano identici, o quantomeno simili. In realtà, la diversità è sostanziale; in quanto nella prima frase ci si riferisce agli oggetti che ci circondano indipendentemente dalla nostra volontà. Per cui sono oggetti le montagne, la campagna, il campanile della chiesa eretta anni orsono, il cielo, gli uccelli, ecc. Nella seconda frase, invece, ci riferiamo agli oggetti di cui noi, volontariamente, per nostro espresso desiderio, ci circondiamo: l’arredamento della casa, i soprammobili, i libri, il nostro orologio da polso, e via dicendo. Ai più sembrerà strano, ma la confusione imperversa tra le maglie della lingua italiana.