lunedì 10 settembre 2012

Felici (?) alla deriva



Al mondo nessuno ti regala niente. Mostri di sangue si aggirano spellando al sole, unti di creme abbronzanti. Cosmetici ansiolitici e alcolici di lusso comprati a cambiali. La vacanza è una danza macabra. Del cane lasciato sul ciglio della strada, dell’urlo del bambino che suda a dismisura, del climatizzatore rotto. Rincresce la vecchiaia. Rincrescono gli amori. La carta di credito oscilla tra la demenza senile e la dabbenaggine giovane di paparini disposti a un’avventura con avvenenti mocciose conosciute su social network devianti. Ecco il senso del lavoro oggi. 


 Nella foto "Respiro nodoso" - installazione del GAP (Gruppo Artistico Plastique)