venerdì 21 settembre 2012

Né lùmbo luté azàn cassì



Né lùmbo luté azàn cassì*
comcònt en gal suràm dàlor
nel chatòrn asciolér latést dimém
chetùt ritòrn alatér ojurdì.

I cant lemònd cavìt la mort
li cants ont fé tut accontì
I cant les sups cajùt lavìt
li cant ont fé tut les spirìts.


Zeiong Utemberg - (da "Les Chignons Uvert" in pseudolingua antica)

*La traduzione di questo post è stata volutamente
omessa per non falsare in alcun modo il senso 
dello scritto né il mistero ad esso legato.
Che tutti leggano e capiscano secondo il proprio sentire.