domenica 17 febbraio 2013

So lovely

La fine della passeggiata era vicina. Lei coglieva il mirto per farci il famoso liquore. Una ricetta di sua madre, che di intrugli se ne intendeva. Lei mangiava cicorie lesse con tanto olio, e doveva sorbirsi suo padre che l'ammoniva sulla cottura: "Le cicorie lesse altro non sono che cose stoppose". E lei, dentro di sé, dava di matto. Perché non lo sopportava. Non sopportava proprio suo padre quando faceva così. Sua madre capiva. Capiva perché anche a lei dava fastidio la saccenteria del marito. Ma doveva riconoscere che aveva ragione: le cicorie lesse perdevano tutte le proprietà nutrizionali. Magari con una cottura al vapore... A Seconda però le cicorie piacevano così e non c'era niente da fare. Con le cicorie mangiava tanto pane. E alla fine faceva la scarpetta con i resti delle cicorie e dell'olio. Puliva il piatto fino in fondo con una scarpetta degna di Cenerentola. Così amabile.