sabato 28 settembre 2013

LA GRANDEZZA DI UN BATTITO



Tu hai un cuore grande
immenso come il cielo
tu salvi i ragni e li chiami amici
mentre io li uccido perché mi fanno schifo.
Ecco, il mio razzismo primordiale,
l’odio irrazionale per un essere in quanto tale
per le sue forme e il suo colore
ancora vince sull’amore
e come un rettile tremendo piango
per i miei piccoli delitti
che risuonano grandi in tutto l’universo
come quei mitici battiti d’ali di farfalla
che agli antipodi del luogo d’epicentro
scatenano catastrofi immani.