sabato 23 novembre 2013

UNITI CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE - Domani, 24 Novembre a Galatina

La violenza è sempre deprecabile, ma lo è ancor più quando è un gesto codardo che si scaglia contro la persona che si dice di amare. L'imposizione di un marchio su di un altro essere umano è frutto di un latente razzismo, che trova le sue radici in una cultura sociale di stampo patriarcale che mal si adatta alla modernità. È necessario capovolgere la prospettiva per guardare con ottimismo al futuro. Il 24 novembre, dalle ore 16.00, Galatina (Le) sarà rischiarata dai lumi di chi chiede di fermare la cultura delle differenze. Numerose associazioni della provincia salentina chiamano tutti coloro che avvertono questa esigenza a sfilare Uniti Contro La Violenza Di Genere, manifestazione nata per la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, istituita dall’ONU per il 25 novembre di ogni anno. L'evento, patrocinato dalla Regione Puglia e dall'Ambito Territoriale Sociale di Zona di Galatina, dopo aver chiesto agli uomini un impegno concreto contro la violenza sulle donne, con l'adesione alla campagna White Ribbon, si aprirà con una fiaccolata in rosso (è richiesto ai partecipanti di indossare qualcosa di tal colore). Il rosso, assurto nell'immaginazione collettiva a simbolo della lotta contro la violenza di genere grazie all'azione/arte pubblica di Elina Chavet e delle sue Zapatos rojos, non è più il simbolo del filo di sangue che ci ha portati alla presa di coscienza, ma è simbolo di vita, di lotta appassionata per la difesa dei valori di eguaglianza e dignità umana. Il corteo partirà dalla Basilica di Santa Caterina D'Alessandria e terminerà presso il Palazzo della Cultura “Z. Rizzelli”, ove seguiranno la proiezione di un video-messaggio di alcuni Parlamenti, i saluti istituzionali del Sindaco di Galatina Cosimo Montagna, gli interventi del P. M. Antonio De Donno, della sociologa Irene Strazzeri, della Presidente dell'ARCI Lecce Anna Caputo, testimonianze di Polizia di Stato e Carabinieri, letture teatrali, letture poetiche, flash mob e coreografie di danza, a cura delle associazioni organizzatrici e dei ragazzi dei licei classico e scientifico galatinesi.
Uniti contro la violenza di genere è un coro di voci diverse tra loro e individuali, accomunate da un unico desiderio di riconoscere il diritto alla dignità delle donne.
Le associazioni organizzatrici sono A.ge, Agedo Lecce, ARCI Eutopia Galatina, ARCI Lecce, Ars & Gallery, Ass. Arma Aeronautica Galatina, Ass. Nazionale Carabinieri Galatina, Ass. Nazionale Polizia di Stato Galatina, Club UNESCO Galatina, Compagnia Theatrum, DNA Donna, Eterarte, Galatina2000, Galatina Arte Storia Cultura, Galatina Letterata, Gruppo scout A.G.E.S.C.I., Il Mandorlo, Intervalla Insaniae, Officine17, P. Art, Pro Loco Galatina, Portatori Sani Di Sorrisi, Protezione Civile, Quelli di Piazza San Pietro, San Francesco d'Assisi, Sel Galatina, Università Popolare “Aldo Vallone” Galatina.
 
Daniela Bardoscia

giovedì 21 novembre 2013

APOTEMA - LECTURA DANTIS - INFERNO, CANTI III-V

Il Presidio del Libro di San Donato di Lecce, in collaborazione con l'associazione artistico-letteraria Eterarte, presenta:
LECTURA DANTIS. INFERNO, CANTI III e V a cura del gruppo di lavoro APOTEMA.

Venerdì 22 novembre, ore 10.30
Scuola secondaria di I grado "Giovanni Pascoli", via Roma, San Donato di Lecce.



"Una vivida esperienza dell’Inferno dantesco, un’immersione profonda e completa nei versi dell’opera poetica che ha segnato per sempre la storia della letteratura italiana e mondiale, stimolato l’immaginario collettivo di intere generazioni e ispirato un numero impressionante di artisti.
Un viaggio affascinante e a tratti ipnotico che, attraverso la simbiosi tra lettura, musica e dinamicità dei movimenti scenici, evoca, in tutta la sua potenza, la celeberrima discesa di Dante nel mondo degli inferi".

Voce: Gianluca Conte
Performance scenica: Michela Maria Zanon
Musiche: Cristina Cagnazzo


Il gruppo APOTEMA, fondato da Gianluca Conte e Michela Maria Zanon, nasce in seno al più ampio progetto di Eterarte, associazione artistico-culturale attiva sul territorio, ed ha come fulcro della propria ricerca la materia letteraria e tutto ciò che intorno ad essa gravita. L’organico del gruppo è completato dalla figura di Cristina Cagnazzo, musicista e giornalista.

giovedì 14 novembre 2013

RASSEGNA CRITICA DEGLI INTERVENTI COMPARSI SUL BLOG DI MUSICAOS dal 2004 a oggi

Una selezione ragionata di recensioni e interventi tra gli oltre milletrecento articoli pubblicati negli ultimi dieci anni su musicaos:ed, per cominciare da:

Mario Perniola, Nicola Lagioia, Loredana Lipperini, Raffaele Gorgoni, Antonio Errico, Wu Ming, Elio Coriano, Giuseppe Genna, Gabriele Frasca, Ilaria Seclì, Vittorino Curci, Claudio Morici, Walter Siti, Nanni Moretti, Adriano Sofri, Giuseppe Granieri, Antonio Moresco, Luca Canali, José Saramago, Jonathan Franzen, Ferzan Ozpetek, Massimo Gramellini, Paolo Giordano, Cosimo Argentina, Antonio Tabucchi, Erri De Luca, Pino Roveredo, Pier Paolo Pasolini, Jacques Lacan e molti altri...

http://www.musicaos.it/

lunedì 11 novembre 2013

SGUARDI DI MONDI RUBATI di Moira Fusco. Un racconto su Musicaos:ed

“Sguardi di mondi rubati”, il racconto di Moira Fusco, senza mediazioni e preamboli ci introduce immediatamente sulla scena di un incontro, quello tra Inès e Gabrièl, la prima una volontaria di un equipe medica, il secondo un fotografo, nello scenario di Ouaga, capitale del Burkina, tra le macerie dei bombardamenti, il costante pericolo e il coprifuoco nelle strade. Proseguendo nel racconto, breve e intenso come un episodio di guerriglia urbana, ci accorgiamo che i due protagonisti condividono un passato.
Interessante come l’autrice, in poco spazio, riesca a rendere il distacco tra il pericolo e la prospettiva di salvezza, che viene improvvisa scappando fuori dalla città, e ritornando ai lembi di quella foresta che è madre e che accoglie, come uno sguardo che cela in sé “tutte le storie del mondo”, tutti i miti, tutto il passato, tutto il futuro. Buona lettura.
Luciano Pagano

Il racconto è pubblicato su Musicaos:ed al seguente indirizzo: http://lucianopagano.wordpress.com/2013/11/08/sguardi-di-mondi-rubati-di-moira-fusco-un-racconto/

giovedì 7 novembre 2013

MUSICAOS SERVIZI EDITORIALI

SERVIZI EDITORIALI
musicaos:ed svolge attività editoriale e fornisce servizi letterari, tra cui l’editing di opere di narrativa, la redazione, la progettualità e la consulenza editoriale.
musicaos:ed svolge un servizio di editing professionale che spazia dalla scrittura alla schedatura del testo, dalla correzione alla riscrittura, dal ghost-writing al coach-editing.
Abbiamo lavorato con centinaia di autori.
Puoi inviarci il tuo manoscritto in formato .DOC .RTF .ODT, e chiederci un preventivo senza impegno, scrivendo all’indirizzo di posta elettronica
info@musicaos.it
scheda redazionale – una volta che i nostri redattori avranno letto la vostra opera, vi invieremo una scheda nella quale vengono affrontati tutti gli aspetti dell’opera, dalla struttura ai personaggi, dalla coerenza del testo allo stile e la lingua utilizzati; inoltre verranno evidenziati, nella scheda,  i punti di forza e i punti deboli del testo. Insieme alla scheda redazionale, se richiesto, vi invieremo il file con un primo intervento di correzione di refusi e altri errori.
editing – dopo una lettura accurata dell’opera individueremo i punti e i momenti ‘critici’ del testo, suggerendo all’autore
dove e come intervenire. Il lavoro di editing prosegue di concerto con l’autore. musicaos:ed effettua editing su testi di qualsiasi dimensione.
Contattateci per un preventivo all’indirizzo: info@musicaos.it
ghost-writing – la redazione di musicaos:ed dispone della competenza e della serietà professionale necessarie in un lavoro così delicato, che può spaziare dalla redazione di un singolo intervento, racconto, articolo, e arrivare alla stesura di opere ex-novo, a partire dal materiale (non necessariamente ‘digitale’) offerto dal cliente.
Il risultato sarà un’opera di proprietà che conterrà gli elementi e le caratteristiche delineate fase di pre-redazione con il cliente.
musicaos_ed_y1.jpg
PROGETTAZIONE EDITORIALE
musicaos:ed è in grado di seguire un progetto editoriale dall’inizio alla fine, dalla preparazione di un testo alla sua redazione, fino alla realizzazione della bozza e alla sua produzione nel formato impaginato pronto per la stampa.
musicaos:ed consente di dare piena realizzazione alla vostra idea editoriale, supportandovi passo dopo passo nelle vostre scelte e suggerendovi il meglio, con l’obiettivo di realizzare un prodotto differente, che rispecchi a pieno la vostra identità e le vostre idee, con un tocco in più, quello di chi lavora da oltre quindici anni a stretto contatto con l’editoria, le redazioni, gli autori, con una particolare attenzione agli sviluppi dell’editoria digitale e delle metamorfosi della comunicazione editoriale. musicaos:ed è pronta a dare concretezza alle vostre idee.
Se avete un progetto editoriale al quale volete dare corpo, potete rivolgervi a noi, siamo in grado di seguirvi in ogni passo della sua realizzazione, in tutte le fasi che portano l’idea a divenire prodotto editoriale concreto, sia che si tratti di un libro, un romanzo, una collana, un progetto articolato composto da pubblicazione, proposizione al pubblico, presentazione, press+kit, fino all’indicazione del piano di comunicazione più adatto alla vostra opera.
Scriveteci all’indirizzo info@musicaos.it

mercoledì 6 novembre 2013

DAMN CUP OF COFFEE - Seminario di scrittura creativa per la TV

In attesa di replicare il seminario su How I Met Your Mother, c'è quello su Twin Peaks. SoniBoni Officine Culturali: non mancate!

associazione via Angelo Lezzi 6 Maglie (ultimo incrocio a sinistra in via Gallipoli)

Durante la visione è inclusa una degustazione a scelta tra dolce e salato.

lunedì 4 novembre 2013

RIMEDIO E VELENO di Michela Maria Zanon (Edizioni L'Arca Felice)

Care amiche, cari amici. Martedì 5 novembre, presso Fondo Verri, via Santa Maria del Paradiso a Lecce, 8, nei pressi dell’Accademia di Belle Arti, presenterò la raccolta poetica "Rimedio e veleno" di Michela Maria Zanon, Arca Felice Edizioni. 
Di seguito ciò che ha scritto Mario Fresa, curatore della collana "Coincidenze", ARCA FELICE EDIZIONI.

Maliosa, eccentrica ed elusiva, la poesia di Michela Maria Zanon è sorretta da una dizione asciutta e concentrata, ma densissima di vibrazioni e di fluttuazioni tanto vivide quanto sorprendenti.
Vi è dunque, nei versi di Zanon, una liricità stupìta, di natura sovrasoggettiva, che potremmo definire mitica e archetipale; e vi è la presenza costante di un’accensione affatata, colma di una magica lucentezza interiore, che offre al lettore la proiezione di uno stupore onirico ed enigmatico, dalla bellezza ambigua e sfuggente.
La lingua presenta un andamento espressivo sempre mobile e reattivo, pregno di una visionarietà forte e nervosa, nella quale i contrari sembrano riunirsi o addirittura capovolgersi e trasmutarsi, riflettendosi l’uno nell’altro e riformulando, quasi, una rinnovata geometria del possibile e dell’impossibile: come in un gioco estremo di specchi infiniti, lo sguardo si frantuma e si perde continuamente, soffermandosi ora sulle amorose promesse del “rimedio”, ora sulle insidie brucianti del “veleno”.


sabato 2 novembre 2013

DODICI di Paolo Merenda (Giovane Holden Edizioni)



Care amiche, cari amici. Per le recensioni di Linea Carsica vi proponiamo questa pregevole opera di Paolo Merenda, giornalista e scrittore, che avremo il piacere di presentare venerdì 8 novembre, alle ore 19, presso il Centro Sociale di via Roma a San Donato di Lecce. L'evento è organizzato dal Presidio del Libro di San Donato in collaborazione con l'associazione artistico-culturale Eterarte. Buona lettura.

Fin dalle prime righe di questa raccolta di racconti, firmata da Paolo Merenda e uscita per i tipi di Giovane Holden Edizioni, si ha l’impressione di trovarsi di fronte alla complessità della mente umana e ai suoi infiniti e intricati meandri. Dodici racconti – quante le ore contrassegnate da altrettante immagini di orologi all’interno del libro –  ben scritti e articolati secondo una logica che spazia dalla dimensione onirica dell’inconscio alla più cruda realtà. Sì, perché (non è retorica!) alle volte la realtà può superare la fantasia. E l’autore sembra conoscere benissimo questi sottili meccanismi umani. Lo scritto è ricco di momenti di suspense e di attese trepidanti, che incollano il lettore alle pagine e lo spingono a chiedersi “che accadrà adesso?”. Una domanda semplice, semplicissima, ma che è quanto di più difficile da ottenere da uno scritto. Merenda, con la sua prosa al contempo lucidissima e inquietante, riesce nell’intento, e non è roba da poco. Atmosfere cupe eppure mai pesanti, attimi di brivido e sprazzi di dolcezza convivono in queste storie abilmente intessute dall’autore. Non manca poi – cosa apprezzabilissima – una certa vena ironica che, togliendo seriosità e gravame alle narrazioni, regala tratti di prosa matura e ormai consapevole. Non si tratta infatti dell’opera di uno scrittore alle prime armi, ma di un viaggio letterario scrupolosamente organizzato, la cui dirittura d’arrivo è ben chiara a chi muove i fili dei personaggi e ricama trame e accadimenti. Non a caso a noi è sembrato di intravedere da lontano presenze (presenze, appunto, dunque richiami mai invadenti e sempre discreti) di grandi maestri del brivido come King o Lovecraft; ma anche del poco rassicurante cinema di Lynch. La raccolta è poi impreziosita da un’ulteriore presenza, quella della penna di Angela Leucci, coautrice di due dei racconti contenuti nel libro. La scrittura di Merenda, tuttavia, non si esaurisce nel donare attimi di paura e adrenalina al lettore ma, scandagliando a fondo l’animo umano, ne trae alcune suggestioni al limite del possibile, confermando – qualora se ne sentisse un maggiore bisogno – un percorso letterario (quello dell’autore) personale e sincero. Di questi tempi, cosa rara.

         www.paolomerenda.it