venerdì 11 aprile 2014

I LIBRI DI MUSICAOS:ED A "LE ALI DI PANDORA", LECCE

Venerdì 11 Aprile 2014 – Ore 20.00 “Le Ali di Pandora” (Via Ascoli Piceno, 4 – Lecce)

presentazione di

“Cani acerbi” di Gianluca Conte

“Diario di una giornalista precaria” di Angela Leucci

introduzione e dialogo con gli autori
Ambra Biscuso, Luciano Pagano

Venerdì 11 Aprile 2014, alle ore 20.00, una serata all’insegna della scrittura d’inchiesta presso l’associazione “Le Ali di Pandora” (Via Ascoli Piceno, 4), a Lecce. Saranno presentati due libri di musicaos:ed, “Cani acerbi” di Gianluca Conte (musicaos:ed, smartlit 2) e “Diario di una giornalista precaria. Quello che le redattrici non dicono” (musicaos:ed, salentropie 1) della giornalista Angela Leucci.
Dialogheranno con gli autori Ambra Biscuso e Luciano Pagano.

Il romanzo di Gianluca Conte, ambientato nello scenario di un Salento “invernale”, lontano dai riflettori, ci restituisce uno spaccato impietoso della realtà quotidiana alla quale siamo abituati, con disincanto nei confronti dei vari dissesti cui purtroppo ci stiamo abituando, da quello idrogeologico a quello ambientale, passando per i crimini che molto spesso vengono taciuti: “Come in una visione hitchcockiana, il mondo di Conte viene travolto da un mistero, i cani attaccano inspiegabilmente, la terra soccombe per un momento sotto la potenza della natura, l’uomo è costretto a piangere i suoi morti. Un’apocalisse momentanea che si riflette nel temperamento del libro.” (Laura Mangialardo, Il Fatto Quotidiano)

Il “Diario di una giornalista precaria” di Angela Leucci, nella sua disarmante franchezza, analizza uno dopo l’altro gli aspetti più problematici del mestiere di giornalista, senza negare un sorriso e, allo stesso tempo, riservandosi quel tocco di cinismo che serve anzitutto a non prendersi sul serio per non trasformare in dramma situazioni al limite del tragicomico. Una miscela, quella di Angela Leucci, che va servita fredda come una vendetta contro i luoghi comuni di un Salento che spesso rasenta il cortocircuito.

La collana SMARTLIT di musicaos:ed, diretta da Luciano Pagano, nasce con il proposito di raccogliere scritture legate alla narrazione e al raccontare storie, senza preclusioni di forma o genere, né limiti all’espressione che provengano dalla semplicità del dividere il mondo della scrittura nelle due categorie di narrativa e poesia. Testi unici, eterogenei, ‘precedenti’ letterari, uniti però dalla consapevolezza delle intenzioni e da una attenta cura editoriale. Scritti da esordienti e non.

La collana SALENTROPIE di musicaos:ed, diretta da Gianluca Conte, è dedicata alle scritture meridiane e asintotiche, che muovono dal Salento senza cadere nel luogo comune. Fin dalla sua nascita come rivista, musicaos ha cercato di creare un ponte con la letteratura del nostro paese e le letterature straniere, in particolare mediterranee. SALENTROPIE intende essere un “orizzonte di eventi” dal quale cercare di descrivere e riscrivere il Salento, un punto di vista che predilige posizione scomode, esperimenti, scritture narrative e di fiction che incrociano la realtà e divengono cronaca. “Uno sguardo su poesia e letteratura”, come scrivevamo nel 2004, con attenzione a autori che abbiano, nel Salento, un punto di fuga, un centro, un principio, un transito, un punto d’approdo.
Musicaos:ed è un progetto editoriale indipendente nato dall’esperienza della rivista musicaos.it, fondata il primo gennaio del 2004 e diretta da Luciano Pagano. Nei primi dieci anni di attività, sulla rivista hanno scritto giornalisti, critici letterari, blogger, artisti, pittori, cineasti, e sul blog sono stati pubblicati oltre 1500 articoli, racconti, recensioni. Giuseppe Genna, nel 2008, ha definito Musicaos: “uno degli snodi fondamentali della blogosfera letteraria che ha retto al crollo della medesima”. La rivista nel 2007 è stata inserita nel Best Off “Voi siete qui”, curato da Mario Desiati e pubblicato da Minimum Fax, insieme alla riviste digitali italiane più interessanti nella rete. Il sito, Musicaos.it, nel 2005 è stato giudicato “eccellente” dalla giuria di Premio Web Italia.

Info:

info@musicaos.it