sabato 19 aprile 2014

Sara Di Carlo su SULPALCO.IT per DIARIO DI UNA GIORNALISTA PRECARIA di Angela Leucci (Musicaos:ed)

Trama: Fanny Millefoglie è una giornalista di 50 anni, precaria da 30 anni. Fanny vive nel Salento, nella splendida terra di Puglia, raccontando tutte le peripezie accadute durante tutti gli anni della sua attività, del rapporto con la “ggente” che immancabilmente deve offrire il suo punto di vista, dei colleghi che fanno carriera (in qualche modo), di ex fidanzati illetterati e di situazioni assurde e surreali. Persino della sua esperienza come impiegata comunale, quando per un breve periodo è stata licenziata dal suo giornale solo per aver detto la verità.

 “Diario di una giornalista precaria” è un diario - libro che affronta in maniera divertente e disincantato, il mondo che circonda una giornalista, in special modo di quello della protagonista Fanny che, seppur precaria, mette anima e corpo in quello che considera il suo lavoro. Un lavoro che in realtà è una missione, determinata da una fortissima passione. Soltanto la passione, mista alla pazienza (così come afferma Fanny) possono dar vita e linfa alla giornalista precaria, alla continua ricerca della verità.
Un diario che affronta i “nemici” principali di un giornalista, la “ggente”, che di continuo afferma di poter fare questo lavoro in modo migliore, che scrive chiedendo consigli sulla menopausa o minacciandoti se scrivi che l'ultima canzone di una nota rock star alla fin fine, non è proprio un capolavoro.
Occorre infine aver molto senso dell'umorismo per fare il giornalista, altrimenti non si potrebbe sopravvivere a tutte le varie esperienze legate alle persone che in qualche modo ne circondano questa precaria figura.
Ma Fanny è circondata anche da ex fidanzati illetterati che non sanno apprezzare i giochi di parole e non sanno neanche mantenere in piedi una conversazione impegnata.
Non mancano i “pazzi”, quelli che vorresti chiuderti in una cassaforte piuttosto che averli in visita in ufficio mentre lavori da sola, quelli che rispondono al telefono senza darti le informazioni necessarie per svolgere al meglio il tuo lavoro (e non si tratta di telemarketing), dei colleghi che non sai in quale modo abbiano fatto carriera, eppure li ritrovi sopra di te, di tante altre situazioni che di norma, il lettore non vede e non legge e certamente non immagina neanche possano accadere.
“Diario di una giovane giornalista” è tutto ciò che non viene detto dalle redattrici, seppur ogni riferimento sia del tutto casuale, sfido qualunque collega a non riconoscersi in uno degli aneddoti raccontati dall'autrice.
Un divertentissimo diario in 158 pagine che si legge tutto di un fiato, sia per le situazioni raccontate, sia per lo stile adottato dall'autrice, molto diretto e semplice, sia per la brevità di ogni capitolo, ma che al contempo lascia lo spazio per riflettere su una delle professioni più belle al mondo, ma al contempo forse una delle più discusse e “pericolose”.
Angela Leucci nasce nel 1979 ed è laureata con una tesi sperimentale in Filologia Romanza, lavorando nel giornalismo dal 1998. Scrive per “La Gazzetta del Mezzogiorno”, “Belpaese” e per il gruppo “Html.it”. Ha pubblicato due raccolte di racconti, “Nani, ballerine e altre suggestioni” (Akkuaria, 2009) e “Cafè des Artistes” (Lupo Editore, 2011), oltre a saggi e storie apparse sulla miscellanea “Note di storia e cultura salentina” della Società di Storia Patria per la Puglia.
Foodblogger e appassionata di cinema, ama i gatti, Rat Man e i narratori statunitensi.
Musicaos:ed è un progetto editoriale indipendente nato dall’esperienza della rivista musicaos.it, fondata il primo gennaio del 2004 e diretta da Luciano Pagano.
Nei primi dieci anni di attività, sulla rivista hanno scritto giornalisti, critici letterari, blogger, artisti, pittori, cineasti, e sul blog sono stati pubblicati oltre 1500 articoli, racconti, recensioni. Giuseppe Genna, nel 2008, ha definito Musicaos: “uno degli snodi fondamentali della blogosfera letteraria che ha retto al crollo della medesima”. La rivista nel 2007 è stata inserita nel Best Off “Voi siete qui”, curato da Mario Desiati e pubblicato da Minimum Fax, insieme alla riviste digitali italiane più interessanti nella rete. 

Info: www.musicaos.it