sabato 2 agosto 2014

PASSEGGIATA LETTERARIA NEL BORGO, 3 agosto, Specchia

“Passeggiata letteraria nel borgo”: il 3 agosto nel borgo antico di Specchia


SPECCHIA (Lecce) – L’Associazione Culturale “e20cult”, con il Patrocinio e contributo della Presidenza del Consiglio della Regione Puglia e patrocinio del Comune di Specchia, in seno al progetto “SPECCHIAmoci… nei libri”, presenta, Domenica 3 agosto alle ore 21.00 l’evento artistico: “Passeggiata letteraria nel borgoletture ad alta voce nelle strade del centro storico”, con la Direzione Artistica della scrittrice Tiziana Cazzato e allestimento scenografico dell’architetto Stefania Branca. Il megareading rientra nella programmazione ufficiale del Centenario di Vittorio Bodini, curato dal Centro Studi Bodini di Lecce.
Un appuntamento ideato e realizzato per promuovere la cultura, e in particolare per diffondere e condividere l’amore per i libri e la lettura, per invitare all’ascolto, per viaggiare con la fantasia attraverso le pagine, ma anche “con i piedi” fra gli angoli più belli del borgo antico di Specchia.
Prima che l’evento abbia inizio tutto il pubblico e gli scrittori protagonisti si troveranno in Piazza del Popolo, dove interverranno per un breve saluto: Rocco Pagliara, Sindaco di Specchia, Giorgio Biasco, Assessore alla Cultura e Federica Murgia, Presidente dell’Associazione Culturale “e20cult”.
A seguire si svolgerà la presentazione di “Il fiore dell’amicizia” di Vittorio Bodini, scrittore e poeta che più di ogni altro ha saputo ascoltare e dipingere con le sue poesie, i suoi racconti la luce, i colori, la vita del nostro Salento. La giornalista e scrittrice Luisa Ruggio guiderà e accompagnerà il pubblico nelle pagine dell’unico romanzo di Bodini rimasto incompiuto e pubblicato in occasione del centenario della sua nascita, da BESA editrice. Presterà la sua voce, nella lettura di qualche brano del libro, Antonio Maniglio, Vice Presidente del Consiglio Regionale della Puglia. Il fiore dell’amicizia, il primo e unico romanzo di Vittorio Bodini (Bari 1914 – Roma 1970), composto tra il 1942 e il 1946, narra le vicende di un gruppo di giovani ambientate nella Lecce dei primi anni Trenta tra gioco, amori, caffè cittadini, notti insonni. Bodini è considerato uno tra i maggiori interpreti e traduttori italiani della letteratura spagnola, oltre che poeta, tra i più originali e significativi del Novecento; è stato anche narratore, critico, operatore culturale.
La “Passeggiata Letteraria nel Borgo” vedrà protagonisti quindici voci fra le più interessanti e originali della letteratura contemporanea salentina e non. Gli scrittori e i libri che saranno letti: Vito Adamo “Antica Terra- viaggio sentimentale nel Salento” (Lupo Editore), Alberto Colangiulo “Il Tesoro Di Sant’Ippazio” (Lupo Editore), Gianluca Conte “Cani Acerbi” (Musicaos:ed), Giuseppe Cristaldi “Macelleria Equitalia” (Lupo Editore), Chiara Curione “Una ricetta per la felicità” (Besa), Carmen De Stasio e Francesco Pasca “La poesia lunga un chilometro” (Il Raggio Verde Edizioni), Marco Esposito “I segreti della scogliera” (Lupo Editore), Isabella Gubello “Mi piaci quando taci” (Besa), Davide Morgagni “ Pornomadi” (Musicaos:ed), Federica Francesca Ricchiuto “Benedetto il frutto” (Libellula Edizioni), Livio Romano “Niente Da Ridere” (Marsilio), Luisa Ruggio “Afra” (Besa), Lara Savoia “I versi della polvere – L’Aquila, 6 Aprile 2009” (Argo), Walter Spennato “Quanto mi dai se ti uccido?” (Besa). Tutti gli autori leggeranno, contemporaneamente, per due ore e farà loro da scenario il suggestivo e incantevole centro storico di uno dei borghi più belli d’Italia.
È un’occasione originale per presentare e far conoscere ai lettori opere e scrittori di generi e stili differenti. Inoltre, gli autori daranno voce, oltre che alle loro, anche alle opere di due dei loro scrittori preferiti. Ogni autore, nel suo personale reading, omaggerà Vittorio Bodini con la lettura di un brano o di una poesia tratta dalla sua produzione letteraria.
Il pubblico, passeggiando fra le antiche stradine, potrà fermarsi ad ascoltare in una caratteristica corte o nel cortile di un antico palazzo, la voce di uno scrittore, e scoprire e conoscere così un autore, un libro e vivere un’emozione nuova e unica. Proseguendo, il pubblico incontrerà in un altro angolo, in un’altra corte un nuovo scrittore e libri e sensazioni nuove. E se l’ascolto della lettura di un libro avrà suscitato la sua curiosità, avrà la possibilità di acquistarlo presso la “Libreria sotto le stelle del borgo”, allestita per l’occasione in Piazza del Popolo e che venderà solo i libri degli autori presenti all’evento.

Fonte: CorriereSalentino.it


        
        http://www.e20cult.it/