mercoledì 29 aprile 2015

LE VELE INCANTATE DEL CINEMA E L'ELOGIO DELLA MALINCONIA di Vincenzo Camerino (Musicaos Editore) alle Manifatture Knos

Mercoledì 29 Aprile, alle ore 18.30, presso la Sala Casting dei Cineporti di Puglia a Lecce (Manifatture Knos, Via Vecchia Frigole 36), si terrà la prima presentazione nazionale del volume scritto da Vincenzo Camerino, dal titolo “Le vele incantate del cinema e l’elogio della malinconia”, edito da Musicaos Editore. Per questo nuovo “viaggio” nella settima arte il professor Vincenzo Camerino, già docente di Storia e critica del Cinema e di Semiologia del Cinema presso lʼUniversità del Salento, sceglie di soffermare il suo sguardo sulle figure di alcuni dei registi, in assoluto più importanti del panorama internazionale. Una raccolta di saggi che dal cinema arriva a toccare le tematiche più urgenti della produzione culturale e sociale. Lʼautore dialogherà assieme a Luciano Pagano.
 
Vincenzo Camerino nella prima parte di questo lavoro ci accompagna in un viaggio affascinante tra alcune delle figure di registi più importanti del secolo appena trascorso. Da Michalkov (Schiava d’amore – Oblomov) a Almodóvar , passando per Kusturica, Miklós Jancsó, Dassin, Tarkovskij, Godard, Renato Castellani, Michael Winterbottom, Pier Paolo Pasolini e altri. I saggi contenuti nella seconda parte affrontano, sempre a partire dalla suggestione della pellicola, alcune delle tematiche più urgenti legate alla società, alla cultura, alla politica. Dalle influenze del cinema sul Novecento al suo rapporto con la cultura e il senso della storia, fino alla funzione educatrice che la “settima arte” ha per una comunità, toccando il racconto di una terra, la Puglia e il Salento, attraverso i recenti lavori che l’hanno attraversata.

Indice del volume
Il cinema sovietico, la sorgente Michalkov, Schiava d’amore / La drammaturgia Oblomoviana e la Sopravvivenza dell’Umano / Quando il cinema “apre” l’Adriatico (e oltre) / Il cinema e la realtà nello sguardo amaro di Dassin / Breviario sul cinema di Pedro Almodóvar / Vivre sa vie. La pennellata semiologica / Lo sguardo filmico e militante di Gianfranco Mingozzi / Lo sguardo della Storia raccontato dalle mirabili regie di Miklós Jancsó / Renato Castellani, il cinema, Il Brigante / Jude di Michael Winterbottom / Così il cinema ha influenzato il Novecento / Il cinema delle origini tra cultura e senso della storia / Educare al linguaggio cinematografico è pensiero che si poetizza / A tutti coloro che ritengono che il cinema, oltre ad effondere profumi etici, possa accrescere democraticamente la coscienza di una Comunità. / Il cinema come periscopio ansiolitico e come progetto, e l’universale desiderio / Un dizionario per raccontare il cinema in Puglia, anche un lieto abbecedario in zona-socializzante / L’associazionismo cinematografico che, talvolta, volle farsi “guerrigliero” per debellare le sudditanze. / L’editoria cinematografica nel Salento, e dintorni / Sulle ali della Storia con il ritrovato e alquanto ammaccato Risorgimento

Vincenzo Camerino, già docente di Storia e critica del cinema, nonché di Semiologia del cinema, presso l’Università del Salento, ha pubblicato diverse e svariate armonie cinematografiche. In precedenza: Nelle utopie del Sud e del cinema; I cristalli della regia; La subalternità della politica, l’orgoglio della cultura, le assonanze del cinema; Le sensualità cinematografiche e le sospensioni delle passioni. Il futuro?… Se l’incanto mentale si svolge secondo le stabilità tra il Vecchio e il Nuovo dei laboriosi sentimenti il possibile prosieguo: La bellezza e le piacevolezze oniriche, ovvero le divinità al femminile.

Info:
info@musicaos.it

venerdì 24 aprile 2015

LA NOTTE DI INSCHIOSTRO DI PUGLIA A COPERTINO CON L'ASSOCIAZIONE VELERACCONTO

L’associazione VeleRacconto ha aderito alla campagna lanciata da Inchiostro di Puglia (www.inchiostrodiPuglia.it), la notte del 24 aprile, in cui le librerie, i caffè letterari e le sedi associative dislocate in ogni angolo della Puglia si trasformeranno in “Fortini Letterari”. Grazie ad una miriade di eventi (presentazioni libri, reading, spettacoli e gruppi lettura) che si terranno in simultanea, la Puglia che “resiste” e che crede nel valore della lettura/cultura, potrà ritrovarsi fisicamente (e virtualmente) stretta da un abbraccio grande quanto una regione. Una rivoluzione culturale che parte dal basso, che parte da Sud e che vuole dimostrare a tutti come la regione che secondo le statistiche legge meno, in una nazione che legge poco, possa ritrovarsi intorno alle parole, alle idee e alla lettura.
La serata a Copertino, presso il Chiostro del Santuario della Grottella, sarà caratterizzato da un reading non-stop in cui si alterneranno autori, editori, riviste letterarie, lettori e musicisti che animeranno la notte con un unico leitmotiv : leggere per resistere, leggere per essere presenti, leggere per essere partecipi, come partigiani della parola che si fa arte , musica, lirica, forza evocativa.
I momenti musicali saranno curati da Raffaele Casarano, William Greco e Marco Bardoscia.
Faranno da cornice le degustazioni di prodotti tipici grazie a: l’Oleificio cooperativo di Leverano; Vizi e Sfizi e la Cantina Sociale CUPERTINUM.
VeleRacconto, come associazione di promozione della lettura ha voluto invitare chi sul territorio da sempre testimonia forme di resistenza letteraria e culturale, come:
Musicaos editore. Un progetto editoriale indipendente nato dall’esperienza della rivista musicaos.it, fondata il primo gennaio del 2004 e diretta da Luciano Pagano. Nei primi dieci anni di attività, sulla rivista hanno scritto giornalisti, critici letterari, blogger, artisti, pittori, cineasti, e sul blog sono stati pubblicati oltre 1500 articoli, racconti, recensioni. La rivista nel 2007 è stata inserita nel Best Off “Voi siete qui”, curato da Mario Desiati e pubblicato da Minimum Fax, insieme alle riviste digitali italiane più interessanti nella rete. Alla serata saranno presenti gli editori e autori Gianluca Conte e Luciano Pagano.
La Fornace. Rivista Letteraria Indipendente che nasce nell'agosto del 2013 con lo scopo di far conoscere poeti, scrittori e artisti in genere, promuovere e diffondere cultura attraverso iniziative pubbliche, affiancandosi alle omonime Associazione Culturale e Casa Editrice. Giunta alla sua ottava pubblicazione ufficiale, a cui vanno aggiunti tre numeri zero, ha avuto modo di ospitare sulle sue pagine già più di cinquanta autori locali ma non solo, di spaziare tra poesia, racconto e disegno, di affrontare temi leggeri e impegnati. Nella serata sarà presentato il n. 8 della rivista, alla presenza di alcuni autori e di Pierantonio De Matteis, redattore.
I Quaderni del Bardo. Marchio editoriale portato avanti da Maurizio Leo (1959, poeta, editore, pizzaiolo) che gestisce ormai da oltre vent'anni la casa editrice e pubblica al contempo, “Il Bardo” (1991), rivista dedicata alla poesia, nata per far conoscere la storia e la cultura salentina; ora affiancato da Stefano Donno (1975, salentino), poeta, critico letterario, giornalista. La rivista ha fatto ruotare attorno a sé nomi come Rina Durante, Massimo Melillo e Mimmo Fazio.
Alla serata partecipano la figlia di Maurizio, Anastasia Leo, anche lei poetessa e collaboratrice della casa editrice e rivista, e Simone Muia che curerà i momenti di lettura.
Lupo editore. La casa editrice che nel 2012 ha spento venti candeline, è da sempre attenta alla ricerca e alla sperimentazione; tra i tanti progetti ha l’intento di rinnovare in chiave di modernità la tradizione del Sud, proponendo opere di rilievo pertinenti il territorio, per valorizzare un fermento culturale sempre più intenso e palpabile. Particolare è l’impegno nell’ambito dell’editoria per l’infanzia, con produzioni che fortemente valorizzano l’impianto grafico ed illustrativo delle opere prodotte. Nella serata sarà presente con tre autori: Lillino Casto, Corte Pellegrino; Massimiliano Mazzotta, The king; Giuseppe Castrignanò, Balle e rompiballe.
Partendo dal basso. Partendo da Sud.