lunedì 29 febbraio 2016

SE GLI UOMINI SAPESSERO di Elisabetta Liguori (Musicaos Editore)

"Le donne lo fanno sempre: trasformano la bellezza, qualunque cosa significhi, in un confine da superare. Molte amicizie, le poche certificate, si fondano su questo. E comunque non volevamo essere belle tutte nello stesso modo. Ricche? Alcune sì, altre meno. Decisamente meno. Intelligenti? Amate? Fortunate e per questo colpevoli? Giovani? Per quel che è durato. Siam gente degli anni ottanta, noi. Siamo state giovani a lungo, ma mai abbastanza. Certe risposte per gente così profondamente a sud, son scontate. Si poteva fare di più. Si può fare di più: ecco qual è la risposta.
L’insoddisfazione è una specie di marchio di fabbrica, sotto la suola delle scarpe.
Abbiamo le primizie di quel decennio ancora impresse a fuoco nella testa, tutte noi. Il centro vuoto e il contorno gonfio di friccicore; la vittoria schiacciante dei sintetizzatori elettronici, il dito indice a picchiare su tastiere traslucide, sotto le luci strobo e la glitterball che gira sui capelli ossigenati, tagliati col coltello. Time can never mend, the careless whipers of a good friend. Romantici, pigri, lucidi, sembianti. Siamo state tirate su col pane sfornato da Craxi neo deputato e condannate a gonfiarci fino a scoppiarne. Siamo diventate donne con la certezza di essere scampate all’eroina. Noi quattro ci siamo incontrate per caso e poi ci siamo riconosciute. Ci siamo amate così tanto proprio per via di quegli anni ludici e velenosi, e ora siamo un quadretto da museo.
Ma basta pensare al passato: siamo in festa!"

"Se gli uomini sapessero", di Elisabetta Liguori, Musicaos Editore
dal 3 marzo 2016 su tutti gli store digitali, in formato ebook


Info: www.musicaos.org