sabato 2 giugno 2012

Evil Empire

Uno dei maggiori mali del nostro tempo è la continua ricattabilità con cui ci scontriamo giornalmente. Ci sono degli uomini che hanno la possibilità - e la sfruttano ampiamente - di ricattare altri uomini. E quelli che sono nella posizione di potere, il più delle volte, sono immeritevoli. Ma questo è risaputo. Come è risaputo che coloro i quali si trovano in difficoltà, e quindi sono facilmente ricattabili, alimentano, loro malgrado, questo circolo vizioso. Finché ci sarà qualcuno che per bisogno continuerà a fare ciò che altri per coscienza si rifiutano di fare, la macchina del ricatto andrà avanti. Ciò che veramente lascia allibiti, però, non è tanto la ragione di chi si assoggetta per necessità (pur deprecabile), ma la ragione di chi cede al ricatto per convenienza. In questo caso non si può parlare di un vero e proprio ricatto, ma di complicità con le mele marce che ammorbano la democrazia e la società.