lunedì 1 ottobre 2012

Bocche d'oro



È la linea che segue l’orizzonte

a cascare come carta

tesa nelle tempie ghiacce

tra gli opliti debosciati

e il mare degli avanzi

che affonda le veline.