sabato 3 novembre 2012

Spreco

Un altro giorno. Un'altra vittima sacrificata sull'altare della menzogna mammona e pappona da stupidi cervelli. Retorica ormai, mi dicono. Eppure qui si muore, là si schiatta. Così, senza un motivo. Perché, denaro, non può essere vero che per te si muore ancora. Mi lamento, dall'alto della mia agiatezza, sentendo il ribrezzo delle vite (le nostre?) sprecate ad accumulare ricchezze che sanno già di povertà.